Tre convinzioni pericolose che contagiano molti motociclisti alle prime armi

Nessuno nasce imparato, si dice.


E questo proverbio è vero soprattutto per il principiante che si approccia alla moto con tanto entusiasmo e poco criterio...

Sì perché magari l’eccitazione di avere una moto ti porta a seguire gli amici dove ancora non sei pronto, o ad azzardare manovre che ancora non sai padroneggiare a dovere e, in generale…

Ad approcciarti a questo mondo con convinzioni piuttosto superficiali.

Perciò, in questo articolo, vedremo di smontare le 3 convinzioni più contagiose che infettano i motociclisti principianti, che hanno appena iniziato il loro viaggio in sella a una moto...


Leggi tutto >
Share

Viaggiare in moto in gruppo: come farlo in modo sicuro

By Matteo Landi / Febbraio 16, 2021

Guidare in un gruppo di motociclisti è un’avventura straordinaria per tante persone, mentre per altre è un’anarchico pasticcio di ego e follia.

Da qualunque parte tu stia, ecco alcuni suggerimenti per viaggiare in gruppo in modo più sicuro.


Lo so che non vedi l’ora... uscire con gli amici per un giro in moto è un avvenimento da fare almeno una volta all’anno per tanti rider. 

Ma prima una precisazione...

Andare in moto in gruppo può essere pericoloso?

La risposta semplice è : andare in moto è considerato un passatempo pericoloso. 

Moltiplicare il numero di moto vicine tra loro può aumentare questa percentuale di rischio. 

Ma non è solo questo il punto. 

Pensaci, se sei con un gruppo di amici, dovrebbero conoscere alcune informazioni su di te nel caso dovessero comunicarle ai servizi di pronto soccorso. 

Lo so, a queste cose non ci si pensa, ma fanno la differenza.

Solitamente andare in gruppo significa anche che hai maggiori possibilità di essere soccorso velocemente in caso di caduta non prevista.

Leggi tutto >
Share

Consigli di guida sicura in moto: come evitare di diventare invisibile

Andare in moto è un’avventura mai scontata.

Servono circa 2.500 abilità per guidare una motocicletta, eppure, una volta che ci prendi la mano, ti sembra di averlo fatto da sempre.

Hai mai provato questa sensazione?


Chiaramente nessuno è mai tanto bravo da non sbagliare mai, soprattutto con il traffico odierno.

Dovresti essere consapevole di un'area a 360 gradi e valutare continuamente altri veicoli, altri rischi, rimanendo concentrato al massimo… e tutto questo mantenendo un po’ il gusto di divertirti sulla moto, senza diventare una statistica.

Ma bisogna davvero stare così attenti?

La prima causa degli incidenti stradali

Leggi tutto >
Share

8 modi per migliorare la tua guida in moto sull’off-road

Sei pronto per un'avventura su moto enduro e vuoi qualche dritta? Iniziamo subito!

1. Tieni la testa alta e guarda avanti (non per terra)


Dipende tutto dal tuo punto di equilibrio. 

Più guardi avanti, più velocemente il tuo cervello reagisce se stai perdendo equilibrio. 


Questo vale in generale, ma si amplifica fuoristrada, perché sei in piedi sulla moto e trasformi il tuo corpo in una leva più lunga e di conseguenza ancora più sensibile ai cambiamenti di equilibrio. 


La tua moto va dove guardi e, soprattutto, guardando avanti puoi vedere prima i pericoli in arrivo... come fango, buche e curve.

In questo modo puoi regolare di conseguenza la tua velocità o posizione di guida e pianificare in anticipo le tue linee.


Tieni il mento sollevato e guarda almeno a 15 metri dalla ruota anteriore

Lascia che la tua visione periferica si prenda cura degli ostacoli ravvicinati. 

Avrai già visto il solco fangoso quando era lontano, quindi ora ignoralo. 

Guarda avanti, mantieni la potenza e la moto andrà dove la indirizzi.

Leggi tutto >
Share

Quiz sulla guida sicura in moto: a che livello sei?

Guidare una moto in sicurezza significa non solo saperla gestire a livello di maneggevolezza: significa anche saper giudicare a colpo d'occhio le condizioni stradali.

Indipendentemente dal tuo livello di esperienza, le strade con superfici accidentate possono rappresentare una vera insidia, da tenere sotto controllo con attenzione.


Studente a vita


Le scuole guida consigliano ai piloti di moto di immaginarsi come "studenti per tutta la vita".
Ovvero di iscriversi a un corso di guida sicura ogni tre anni, in modo da mettere in pratica i nuovi dettagli acquisiti e non perdere le buone abitudini.

Perché è vero che con l'esperienza impari l'importanza di analizzare la strada e sviluppi una maggiore sensibilità della moto, ma spesso può succedere anche di eccedere in sicurezza e trascurare dettagli che possono trasformarsi in minacce serie.

Per esempio, saper valutare la presa delle ruote sull’asfalto è fondamentale!

Riconoscere quando la strada è scivolosa, o è particolarmente aderente, così come notare se è disseminata di sabbia, ghiaia, olio aumenta le possibilità di rimanere in controllo ed evita brutte conseguenze.


La causa principale delle cadute in moto


Infatti, è proprio l'errore del pilota la causa di circa due terzi di tutti gli incidenti in moto.
Quali sono gli errori tipici?
Sono lo "scivolamento" o la caduta a causa di una frenata eccessiva e l’invasione di corsia in curva (valutazione errata), a causa di velocità eccessiva.

Leggi tutto >
Share

Abbigliamento da motocross: cosa ti serve per iniziare

By Matteo Landi / Dicembre 22, 2020

Stai pensando di darti al motocross? 

Sicuramente troverai tanto divertimento e adrenalina, ma…

Meglio che ti vesti con la giusta attrezzatura di protezione.

Il motocross è uno sport affascinante, ma può anche essere molto pericoloso

Non puoi prenderlo alla leggera.


L’equipaggiamento di protezione può salvarti letteralmente la vita.

Quindi… non pensarci nemmeno a salire su quella moto senza casco, stivali e guanti da cross (come minimo). 

Le protezioni per il torace non sono obbligatorie, ma sono sempre una buona idea. 

Infine ci sono articoli come i collari per il collo e le ginocchiere, se vuoi una copertura totale o se hai deciso di partecipare alle gare di motocross.

Ma vediamoli nello specifico.

Leggi tutto >
Share

Guidare in moto sotto la pioggia e il vento: consigli per evitare brutte sorprese

Strade bagnate e maltempo in moto? Una sfida non per tutti

Guidare in moto sotto la pioggia può essere una necessità o una scelta: in entrambi i casi bisogna sapere bene a cosa si può andare incontro e usare le giuste contromisure.

Alcuni motociclisti se possono evitano la pioggia, ma altri (soprattutto chi vive nelle zone con più precipitazioni annuali) imparano ad affrontarla. 

Un po’ come nelle gare della MotoGP c’è la pioggia che annulla la gara e c’è la gara bagnata, l’importante è che riesci a guidare consapevole dei tuoi limiti e ascoltando i segnali che ti manda la tua moto.

Leggi tutto >
Share

Perché cambiare il kit di trasmissione finale della tua moto?

By Matteo Landi / Novembre 24, 2020

Il metodo più comune e più antico per spostare la ruota posteriore di una motocicletta?

Ma la trasmissione a catena, che domande. 

Le catene sono robuste e convenienti. 

Inoltre si installano facilmente, grazie al fatto che una catena può essere tagliata e riparata in pochi minuti. 

Certo, le catene richiedono una manutenzione regolare e più frequente rispetto agli altri sistemi di trasmissione (vedi il post sui Sistemi di trasmissione finale della moto). 

Ma sono anche uno dei modi più efficienti per scaricare la potenza del motore sulla ruota posteriore. 

Ok, detto questo sorge la domanda…


Perché cambiare la trasmissione finale della moto?

Be’ di ragioni per cambiare le componenti OEM (Original Equipment Manufacturer) della trasmissione finale della tua moto potresti averne di uniche e irripetibili, ma diciamo che il 90% delle ragioni più comuni si riassumono nei seguenti 2 macro punti.

Leggi tutto >
Share

I 9 segnali che ti avvertono che la catena della tua moto è usurata

By Matteo Landi / Novembre 10, 2020

Segnali di usura della catena della moto

Ti accorgi che devi tendere la catena più frequentemente di quanto facevi prima? 

Vedi che inizia ad allungarsi e colpisce il telaio?

Questi sono alcuni chiari segnali che la catena della tua moto si sta avvicinando alla fine della sua vita. 

In questo post li passeremo in rassegna tutti, così che tu possa capire quando la catena della tua moto è arrivata a fine corsa ed è ora di cambiarla, prima di incappare in spiacevoli inconvenienti.


I 9 principali segnali di usura della catena della tua moto sono i seguenti:

  1. Ruggine sulla catena
  2. Rottura dei perni, delle piastre, dei rulli o delle bussole della catena
  3. La catena ha "gioco" sulla corona, ovvero, se tiri la catena con le mani si muove molto e non aderisce bene alla corona.
  4. Se misuri la lunghezza di una parte della catena, l’allungamento subito rispetto a una catena nuova risulta maggiore del 2%.
  5. Indurimento delle articolazioni della catena
  6. Maglie con sporco/grasso che sembra uscire dal centro della maglia della catena
  7. Eccessivo rumore o vibrazione della trasmissione
  8. Chilometraggio in picchiata
  9. Minor comfort sulla moto

Se si verifica una delle precedenti condizioni la catena è usurata ed è meglio che non aspetti molto per cambiarla.

Ma vediamo di approfondire ogni fattore. 

Leggi tutto >
Share

Come regolare la tensione della catena della tua moto: accorgimenti utili

By Matteo Landi / Ottobre 27, 2020

Il controllo e la regolazione della tensione della catena della motocicletta sono operazioni relativamente semplici. 

In fondo si tratta soltanto di alcuni passaggi fondamentali che, se eseguiti periodicamente, possono migliorare notevolmente la vita della tua catena, ridurre il consumo di carburante e mantenere la guida fluida.

Vediamo in dettaglio quali sono i passaggi corretti che chiunque può fare grazie ad alcuni strumenti di base.

Con quale frequenza regolare la tensione della catena?

Per l'OFF Road la tensione si fa ad ogni allenamento. 

Per le moto da strada ogni 5000 km.

Se osservi la catena da dietro e vedi che i rulli sono lucidi vuol dire che non sono lubrificati.

Leggi tutto >
Share
Page 2 of 5
>