Come lucidare i collettori della moto? Prodotti e accorgimenti per cromature

0 Commenti

I collettori della moto sono componenti importanti del sistema di scarico e spesso tendono a sporcarsi e perdere il loro aspetto originale a causa dell'esposizione a calore, sporco e agenti atmosferici. La pulizia regolare dei collettori non solo li mantiene in condizioni ottimali, ma migliora anche l'estetica complessiva della moto. In questo articolo, esploreremo le migliori pratiche per pulire i collettori della moto e i prodotti consigliati per farlo.

Come lucidare le cromature della moto: cosa usare

Le cromature dei collettori della moto possono essere particolarmente esposte a macchie e ossidazione. Per ripristinare la lucentezza delle cromature, è importante utilizzare i prodotti giusti. Ecco alcuni suggerimenti su come lucidare le cromature della moto:

Pulitore specifico per cromature

Assicurati di utilizzare un pulitore specifico per cromature, che sia in grado di rimuovere lo sporco e l'ossidazione senza danneggiare la superficie. Evita l'uso di prodotti abrasivi o detersivi domestici che possono graffiare o rovinare le cromature.

Spugna o panno morbido

Usa una spugna o un panno morbido per applicare il pulitore per cromature sulla superficie. Assicurati di lavorare in modo delicato e uniforme per evitare graffi.

Lucidatura collettori

Dopo aver pulito la superficie, puoi utilizzare una pasta per lucidare specifica per cromature per ripristinare la brillantezza. Applica la pasta con un panno morbido e lucida con movimenti circolari. Rimuovi eventuali residui di pasta in eccesso con un panno pulito.

Perché i collettori diventano blu?

Molte persone si chiedono perché i collettori della moto diventano blu nel tempo. Questo fenomeno è noto come "bluing" ed è causato principalmente dalla temperatura elevata a cui i collettori sono esposti durante il funzionamento del motore. A causa del calore intenso, il metallo dei collettori subisce un processo di ossidazione che causa l'aspetto bluastro.

Pulizia dei collettori della moto: smontare o no?

Quando si tratta di pulire i collettori della moto, ci si chiede spesso se sia necessario smontarli per una pulizia più approfondita. La risposta dipende dal livello di sporco e dal tipo di accesso ai collettori sulla tua moto.

Se i collettori sono facilmente accessibili senza dover smontare altre parti, puoi provare a pulirli senza smontaggio. Utilizza spazzole a setole morbide, panni o spugne per rimuovere lo sporco visibile. Tuttavia, se i collettori sono fortemente sporchi o si è accumulata della ruggine, potrebbe essere necessario smontarli per una pulizia più approfondita.

In caso di smontaggio, consulta il manuale della tua moto per ottenere istruzioni dettagliate su come rimuovere i collettori correttamente. Assicurati di avere gli strumenti adeguati e di prendere le precauzioni necessarie per evitare danni durante lo smontaggio e il rimontaggio.

Una volta rimossi i collettori, puoi procedere alla pulizia utilizzando prodotti specifici per la rimozione di depositi di carbonio e sporco. Esistono numerosi prodotti disponibili sul mercato, come detergenti per scarichi o sgrassatori specifici per componenti di scarico. Cerca di seguire attentamente le istruzioni del produttore per ottenere i migliori risultati.

Puoi usare spazzole a setole morbide o spugne per sfregare delicatamente i collettori e rimuovere lo sporco accumulato. Per le parti più ostinate, potresti aver bisogno di utilizzare uno strumento più abrasivo, come una spazzola metallica o una lana d'acciaio. Tuttavia, sii cauto nell'utilizzo di strumenti abrasivi, in quanto potrebbero danneggiare la superficie dei collettori se non usati correttamente.

Dopo aver pulito accuratamente i collettori, risciacquali abbondantemente con acqua pulita per rimuovere tutti i residui di detergente. Asciuga i collettori completamente con un panno pulito o lasciali asciugare all'aria prima di rimontarli sulla moto.

Lucidare lo scarico della moto: procedura

Per dare un tocco finale alla pulizia dei collettori, puoi anche lucidare lo scarico della moto. La procedura per lucidare lo scarico dipende dal tipo di materiale e finitura presenti.

Se lo scarico è cromato, puoi utilizzare una pasta per lucidare specifica per cromature, come menzionato in precedenza. Applica la pasta su un panno morbido e strofina delicatamente sulla superficie dello scarico seguendo movimenti circolari. Questo contribuirà a ripristinare la lucentezza delle cromature.

Se lo scarico non è cromato, ma ha una finitura in acciaio inox o metallo satinato, puoi utilizzare un lucidante specifico per acciaio inox. Applica il lucidante su un panno morbido e strofina sulla superficie dello scarico per rimuovere macchie e imperfezioni. Assicurati di seguire le istruzioni del produttore per ottenere i migliori risultati.

Differenza tra lucidatura di uno scarico cromato e non cromato

La lucidatura di uno scarico cromato e di uno non cromato può richiedere approcci leggermente diversi a causa delle diverse finiture superficiali. Mentre uno scarico cromato richiede l'uso di prodotti specifici per cromature, uno scarico non cromato può essere trattato con lucidanti specifici per acciaio inox o metallo satinato.

Inoltre, la manutenzione dei collettori di uno scarico cromato potrebbe richiedere una pulizia più frequente per evitare la formazione di macchie e l'ossidazione. D'altra parte, uno scarico non cromato potrebbe richiedere meno attenzione nella pulizia e nella lucidatura, ma potrebbe comunque accumulare sporco e dover essere pulito regolarmente.

Segui le indicazioni del produttore per la pulizia e la manutenzione dello scarico della tua moto. In questo modo, sarai in grado di mantenere i collettori e lo scarico in buone condizioni estetiche e funzionali nel tempo.

E se voglio lucidare la marmitta della moto?

La lucidatura della marmitta della moto può contribuire a ripristinare la sua lucentezza e a mantenerla in buone condizioni estetiche. Ecco una procedura generale su come lucidare la marmitta della moto:

  1. Preparazione: Assicurati che la marmitta sia fredda al tatto per evitare di bruciarti durante il processo di lucidatura. Rimuovi eventuali detriti o sporco superficiali dalla marmitta utilizzando un panno morbido o una spazzola a setole morbide.
  2. Scelta del prodotto per lucidare: Scegli un prodotto per la lucidatura adatto al materiale della tua marmitta. Puoi optare per una pasta per lucidare specifica per acciaio inox, alluminio o il tipo di rivestimento presente sulla tua marmitta.
  3. Applicazione del prodotto per lucidare: Prendi una piccola quantità di pasta per lucidare e applicala sulla superficie della marmitta con un panno morbido o una spugna. Assicurati di distribuire uniformemente il prodotto sulla marmitta.
  4. Lucidatura: Con dei movimenti circolari, strofina la pasta per lucidare sulla superficie della marmitta. Applica una leggera pressione e lavora su piccole aree alla volta. Continua a lucidare fino a quando la marmitta non inizia a ripristinare la lucentezza desiderata.
  5. Rimozione dei residui: Dopo aver lucidato l'intera marmitta, utilizza un panno pulito per rimuovere eventuali residui di pasta per lucidare dalla superficie. Assicurati di rimuovere completamente il prodotto per ottenere un risultato uniforme.
  6. Finitura: Se desideri ottenere una lucentezza extra, puoi applicare un sigillante per marmitta o un protettivo specifico per il tipo di materiale della tua marmitta. Segui attentamente le istruzioni del produttore per l'applicazione.

È importante notare che la procedura di lucidatura potrebbe variare in base al materiale e al tipo di rivestimento presente sulla marmitta. Pertanto, è consigliabile consultare il manuale del proprietario o rivolgersi a un professionista qualificato per ottenere indicazioni specifiche sulla lucidatura della marmitta della tua moto.

Inoltre, ricorda che la lucidatura dovrebbe essere eseguita solo sulla superficie esterna della marmitta e che potrebbe essere necessario rimuovere la marmitta dalla moto per un migliore accesso e risultati.


Vuoi dei kit di trasmissione moto di qualità garantita, senza correre rischi di consumi precoci con i kit aftermarket assemblati da commerciali?

Scegli i kit PBR per 3 semplici motivi:

  • Primo produttore in Italia specializzato in ingranaggi moto (corone e pignoni): attivo dal 1969
  • 50 anni di test sui prodotti e una lunga serie di mondiali vinti fra Motocross, MotoGP, Superbike (per i campionati Superbike e SuperSport abbiamo realizzato il nuovo kit con passo speciale 428; per la moto GP realizziamo corone in titanio)
  • Fornitura ingranaggi di primo equipaggiamento su marchi come KTM, Husqvarna, Aprilia, Piaggio, MV Augusta, Fantic, ecc. 
{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}
>